IN GINOCCHIO

“In ginocchio. Storie di mafia è il titolo dello spettacolo proposto il 9 marzo dal nostro Presidio di Libera Ceglie Messapica, in collaborazione con la Flai Cgil Brindisi e la parrocchia di San Rocco, che ci ha generosamente accolti nel suo salone/teatro. Messo in scena dalla compagnia “Ultimo teatro” racconta la storia di un uomo e di una donna, sottoposti lui al regime carcerario del 41 bis (il cosiddetto “carcere duro”), lei del 416 bis (per associazione mafiosa). Sul palco due personaggi a confronto dialogano con un immaginario “signor giudice” e disvelano fin dalle prime battute la propria identità, di un killer rabbioso che vuole farsi giustizia da solo e di una moglie boss che incarna la mentalità mafiosa. Intorno morte e desolazione sociale, in un intreccio vorticoso di  irragionevoli illusioni e disfatta umana, ma anche tanti spiragli aperti alla speranza da cui entrano potenti raggi di sole… il ricordo dei giusti, di coloro che si battono - a costo della propria vita - per la “verità… che esiste”. 
Lo spettacolo “In ginocchio” rientra in una serie di iniziative promosse da Libera per il “mese della memoria”. Prossime tappe: 21 marzo “XXI Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie” con manifestazione a Foggia; 31 marzo “V Giornata cittadina della memoria e dell’impegno”,  in piazza Sant’Antonio dalle ore 10.30 alle 12.00, durante la quale ricorderemo le vittime cegliesi  del caporalato:  POMPEA ARGENTIERO anni 16 - LUCIA ALTAVILLA anni 17 - DONATA LOMBARDI anni 23,  morte il 19 maggio del 1980; COSIMA VALENTE anni 36 e DOMENICA ABRUZZESE anni 47, morte il 6 settembre del 1991.
I Temi dell’anno della nostra Associazione sono: “Ponti di memoria luoghi d’impegno” e  lotta al caporalato” per la nostra regione Puglia, che tanto ha pagato e paga, in termini di vite umane, per il  lavoro sfruttato nei campi.
L’invito, per tutti, è a sostenerci e a partecipare alle nostre iniziative.

Gabriella Ciccarone, referente del Presidio di Libera Ceglie Messapica

Lo spettacolo rientra in un lungo cartellone della compagnia "Ultimo teatro" nell'Italia del Sud: 11 marzo "IN GINOCCHIO" (serale) al GramignArci (BA),,,11 marzo "IN GINOCCHIO" (matinée) al Liceo Palumbo di Brindisi, in collaborazione con: Libera, 10 marzo "WOP" (serale) allo Zei Spazio Sociale di Lecce, 10 marzo "IN GINOCCHIO" (doppia replica matinée) al Liceo Polivalente Punzi di Cisternino (BR), in collaborazione con: Presidio Libera Mente Ceglie Messapica, 9 marzo "IN GINOCCHIO" (doppia replica matinée) al Liceo Polivalente Punzi di Cisternino (BR), in collaborazione con Presidio Libera Ceglie Messapica; 9 marzo “In ginocchio” presso il salone/teatro di San Rocco, in collaborazione con Presidio di Libera Ceglie Messapica e Flai Cgil Brindisi;  8 marzo "ROSA" (doppia replica in matinée e pomeridiana) alla Sala Consiliare di Altamura (BA), in collaborazione con: Ferula Ferita Azione Teatrale e Amministrazione Comunale, 7 marzo "ROSA" (pomeridiana) all'Auditorium del Teatro Comunale Giuseppe Verdi di San Severo (FG), in collaborazione con: Arci Donna, Comune di Foggia, Comune di San Severo, 6 marzo "WOP" (serale) all'Eliogabalo Circolo Arci fasano (BR), 5 marzo "IN GINOCCHIO" (matinée) Istituto Mauro Perrone di Castellaneta (TA), in collaborazione con: Associazione I Portulani - i guardiani del borgo antico, Amministrazione Comunale, 4 marzo "WOP" (serale) a LE MACERIE - Baracche Ribelli di Molfetta (BA), 3 marzo "RESTIAMO UMANI" (serale) a Hastarci Trani (BAT), 2 marzo "WOP" (matinée) al Cinema Auditorium di Ariano Irpino (AV), in collaborazione con: DnArt Gallery, Ferula Ferita Azione Teatrale, I.I.S.S. Ruggiero II, LST, Amministrazione Comunale, 1 marzo "IN GINOCCHIO" (matinée) all'ITC A. Lucifero (KR), in collaborazione con: Terre Joniche - Libera Terra Coop. Sociale, 28 febbraio "WOP" (pomeridiana) al Circolo Arci Piera Bruno di Paola (CS), 28 febbraio "RESTIAMO UMANI" (matinée) a Cotronei (KR), in collaborazione con: Ass. Cult. Redazione Cotronei Informa, 26-27 febbraio "WOP" (serale) al Teatro della Girandola per la Rassegna "Il Vento che Muove" di Reggio Calabria, in collaborazione con: Pagliacci Clandestini.







Commenti

  1. Come mai,ancora oggi,nonostante la consapevolezza dell'esistenza di questo fenomeno ,ci devono essere ancora vittime?

    RispondiElimina

Posta un commento

Il commento sarà visibile appena l'Amministratore lo avrà approvato. Torna a visitare ancora il nostro blog!